COPPA ITALIA DI PROMOZIONE: EFFETTUATI I SORTEGGI DEGLI ACCOPPIAMENTI DELLE GARE DI SEMIFINALE

Si è svolto oggi il sorteggio nella sede LND per stabilire gli accoppiamenti delle gare di seminale della quattro squadre rimaste. Ricordiamo che sia il Ragusa che il Pedara sono al momento impegnate nei playoff dei loro relativi gironi. Il Kamarat in campionato è stata impegnata nella lotta per la salvezza che ha ottenuto nelle ultimissime giornate chiudendo a +2 sul Villabate terzultimo. Il Salemi ha lasciato il playoff domenica dopo lo 0-6 contro l’Akragas.

Ecco le gare

Ragusa – Kamarat

Pedara – Salemi

19 Maggio andata

26 Maggio ritorno

POLIZIA DI STATO: UN ARRESTO A BAGHERIA

La Polizia di Stato ha tratto in arresto un automobilista termitano ed ha recuperato e sottoposto a sequestro 50 grammi di hashish.

L’operazione di polizia giudiziaria è avvenuta sull’autostrada “A19”, in direzione Catania ed è stata resa possibile dalla perizia deipoliziotti della “Sottosezione della Polizia Stradale di Buonfornello” che, all’altezza dello svincolo di Bagheria, hanno notato l’andatura incerta di una vettura che trasportava due giovani e la condotta di guida approssimativa dell’automobilista.

I poliziotti hanno ritenuto, quindi, di intimare l’ “alt Polizia” al conducente e di sottoporre il veicolo e i suoi occupanti, mostratisi alquanto nervosi ed agitati, ad un accurato controllo.

All’esito delle attività sono stati rinvenuti, occultati negli slip di uno degli occupanti della vettura, un 20enne di Termini Imerese, 47 grammi di hashish avvolti in un contenitore di carta stagnola.

Lo stupefacente è stato sequestrato ed il giovane arrestato.

Valentino Sucato iscritto all’Ordine dei giornalisti di Sicilia

NUOVO BANDO. PROGETTO SERVIZIO CIVILE: 678 POSTI DISPONIBILI, ATTENZIONE ALLE SCADENZE


L’UNIONE ITALIANA dei CIECHI e degli IPOVEDENTI ONLUS – APS (di seguito Unione o UICI) comunica che sul sito del Dipartimento per le Politiche Giovanili e il Servizio Civile Universale (www.serviziocivile.gov.it) è stato pubblicato il Bando di selezione per complessivi 766 volontari di cui 763 da impiegare in progetti di servizio civile per l’accompagnamento dei grandi invalidi e dei ciechi civili e 3 da impiegare nell’ambito del progetto “Italia Redondesco” presentato dal Comune di Redondesco approvato dalla Regione Lombardia..
I progetti dell’Unione sono finalizzati all’accompagnamento dei ciechi civili ai sensi dell’art. 40 della legge 27 dicembre 2002 n. 289 e prevedono l’impiego di n. 678 volontari presso le varie Sedi della stessa Unione dislocate su tutto il territorio nazionale.
I giovani interessati a tali progetti, in possesso dei requisiti previsti dal bando, devono presentare domanda utilizzando la modulistica indicata all’art. 4 corredandola della documentazione prescritta e inviandola, a mezzo PEC o a mezzo raccomandata A/R direttamente alla struttura dell’Unione che realizza il progetto entro e non oltre il 3 giugno 2019.
In caso di consegna della domanda a mano il termine è fissato alle ore 18,00 del 31 maggio 2019.
Si fa presente che :
► Gli indirizzi delle Sedi UICI presso cui inviare la domanda e gli allegati per partecipare alla selezione sono indicati nei singoli progetti e sulla home page del sito internet della sede che propone il progetto;
► il bando è consultabile sul sito del Dipartimento per le Politiche Giovanili e il Servizio Civile Universale (www.serviziocivile.gov.it) da cui è possibile pure scaricare e stampare il modulo per la domanda (all. 3 e 4) e quello relativo all’informativa “Privacy” (all. 5); alla domanda dovrà essere allegata fotocopia di un documento di identità in corso di validità;
► i requisiti e le condizioni per essere ammessi alla selezione sono quelli indicati nel bando (art. 2) e nei singoli progetti;
► i calendari di convocazione ai colloqui saranno pubblicati sul sito internet della sede titolare del progetto almeno 15 giorni prima del loro inizio come previsto dall’art. 5 del bando. I candidati si devono attenere alle indicazioni specificate nel calendario in ordine ai tempi, ai luoghi e alle modalità delle procedure selettive.
► La pubblicazione del calendario ha valore di notifica della convocazione e il candidato che, pur avendo inoltrato la domanda, non si presenta al colloquio nei giorni stabiliti senza giustificato motivo, è escluso dalla selezione per non aver completato la relativa procedura.
Ogni eventuale ulteriore informazione può essere chiesta direttamente alla Sede UICI titolare del progetto.

IL CASTELLO DI MISILMERI…500 VOLTE BELLO

Il 9º raduno organizzato dal coordinamento di Bolognetta del Fiat 500 club Italia ha registrato, domenica scorsa, un numero inatteso di partecipanti e di pubblico. “La carovana formata da 84 autovetture -spiega Salvatore Benanti, fiduciario per Bolognetta del Fiat 500 Club Italia- è partita da Villabate in un percorso in stile ‘slow drive’ con l’assistenza delle motostaffette ‘I Pellegrini’ la loro professionalità hanno condotto le macchine in direzione Misilmeri”.
Il serpentone colorato ha sostato nelle vie interne ed esterne del Castello arabo-normanno dell’Emiro con le utilitarie che hanno mostrato il loro fascino mai tramontato.
“Oggi abbiamo accolto -dice il vice-sindaco, Elisabetta Ferraro – nella suggestiva cornice del nostro Castello il raduno annuale della Fiat 500 club Italia: partecipazione di auto e persone, un’occasione per fare conoscere il nostro territorio a tanta gente. L’obiettivo è coniugare la ‘storia’ dell’auto con il nostro monumento arabo-normanno identificativo della nostra comunità”.

Presenti alcune Fiat 500 di soci iscritti alla Misilmeri Racing
Valentino Sucato

SORPRESO DAI CARABINIERI ED ARRESTATO: SPACCIAVA CRACK

E’ solo l’ultimo di una lunga serie di arresti dei Carabinieri impegnati quotidianamente nel contrasto al mercato degli stupefacenti.

VITRANO Rosario, nato a Palermo classe 1975, è stato arrestato dai militari del Nucleo Operativo della Compagnia di Palermo San Lorenzo.

I Carabinieri a seguito di un servizio di osservazione in Passaggio De Felice Giuffrida, hanno notato uno strano viavai da casa dell’uomo, presumendo che stesse spacciando.

A seguito della perquisizione domiciliare sono stati rinvenuti e sequestrati circa 14 grammi di crack divisi in dosi, un bilancino di precisione, materiale per il confezionamento e la somma di 40 € presunto provento dell’attività delittuosa.

Nel medesimo contesto è stato deferito in stato di libertà C.r. palermitano classe 1962 coinquilino del VITRANO.A seguito di convalida è stato sottoposto agli arresti domiciliari

INDAGINI DELLA POLIZIA DI STATO. PALERMO, CONFISCA DI BENI A DUE SOGGETTI

La Polizia di Stato ha dato esecuzione al decreto emesso dal Tribunale di Palermo Sezione Misure di Prevenzione con il quale è stato disposto nei confronti di BRONTE Giovanni cl. ‘76 e BRONTE Giuseppe cl. ‘94, rispettivamente padre e figlio, la confisca di beni, già oggetto di sequestro nel 2016 su proposta del Questore di Palermo, per un valore di oltre € 60.000, consistenti in un’ autovettura, in un motociclo, nonché nella somma di denaro contante di oltre € 30.000.

BRONTE Giovanni, soggetto che risulta abitualmente dedito ad attività delittuose e che annovera precedenti penali per i reati di furto, estorsione, rapina e, soprattutto, nel settore della produzione e del traffico di sostanze stupefacenti, è stato già sottoposto alla Misura di Prevenzione della Sorveglianza Speciale di P.S. con Obbligo di Soggiorno nel comune di Palermo, nel 2006 e nel 2015.

Il figlio, BRONTE Giuseppe, nonostante la giovane età, risulta gravato da numerosissimi pregiudizi di polizia per reati contro il patrimonio e la persona; in particolare si è distinto come soggetto stabilmente e professionalmente inserito nel settore della produzione e del traffico di sostanze stupefacenti; il 12 luglio 2016 è stato tratto in arresto dalla Polizia di Stato per il reato di detenzione e traffico di sostanze stupefacenti, insieme ad altri soggetti, nell’ambito dell’operazione “Tiro Mancino” della Squadra Mobile di Palermo, che ha permesso di disarticolare una vasta organizzazione criminale dedita all’importazione, principalmente attraverso il canale campano, di sostanze stupefacenti del tipo cocaina, eroina, marijuana ed hashish, destinate ad essere poi smerciate sui mercati palermitano, trapanese ed agrigentino.

In ultimo, il 30 novembre 2018 BRONTE Giuseppe è stato raggiunto da una nuova Ordinanza di Custodia Cautelare in Carcere nel contesto di un’altra operazione condotta sempre dalla Squadra Mobile di Palermo, denominata “Lampedusa”, attraverso cui è stato accertato il suo ruolo di promotore ed organizzatore nell’ambito di un’organizzazione dedita al traffico di droga.

Le indagini patrimoniali condotte dall’Ufficio Misure di Prevenzione della Divisione Anticrimine della Questura di Palermo hannodimostrato come sia BRONTE Giovanni che BRONTE Giuseppe non disponessero di entrate lecite ed idonee per l’acquisto dei beni oggetto dell’odierno provvedimento di confisca del Tribunale di Palermo, ritenuti pertanto frutto evidente delle di loro attività delittuose.

Con il medesimo provvedimento il Tribunale di Palermo ha applicato inoltre a BRONTE Giuseppe la Misura di Prevenzione Personale della Sorveglianza Speciale di P.S. con Obbligo di Soggiorno nel comune di residenza per la durata di due anni e sei mesi.