OMICIDIO NELLE CAMPAGNE DI BELMONTE MEZZAGNO

Vincenzo Greco di 36 anni è stato freddato all’interno della sua auto con alcuni colpi di pistola a Portella della Paglia, a pochi metri dalla Statale che da Belmonte porta a Santa Cristina Gela.

L’uomo era incensurato. Greco, era diretto all’allevamento di animali che gestiva insieme ai fratelli.
Il suocero di Vincenzo Greco, Filippo Casella fu ucciso, in un agguato mafioso all’eta di 32 anni il 10 marzo del 1994 durante una faida esplosa tra i vari clan nei territori di Misilmeri, Belmonte Mezzagno.

Gli uomini dell’Arma in queste ore stanno cercando di capire il movente di questo omicidio e individuare killer ed eventuali mandanti.

Cosa può avere scatenato la furia dei killer in momento delicato in cui grazie alle ultime inchieste lo Stato ha sbriciolato gli ultimi equilibri interni che Cosa Nostra aveva ricostruito dopo la morte di Totò Riina? È passato solo un mese (4 dicembre 2018) dall’ultima operazione condotta dai Carabinieri denominata Cupola 2.0 nella quale il mandamento mafioso di Belmonte Mezzagno – Misilmeri aveva subito un vero e proprio “scacco matto” essendo stato lo stesso colpito con l’arresto del presunto capo mandamento Filippo Bisconti: tra i 49 arrestati, una quindicina gravitavano a vario titolo nell’area “calda” Belmonte-Misilmeri.

Tuttavia il nome di Vincenzo Greco non spunta nella suddetta inchiesta né in altre.

Sul luogo dell’omicidio presenti i Carabinieri della stazione locale e la D.D.A. di Palermo; in serata è arrivato il medico legale. Per ora nessuna pista è esclusa, nemmeno quella del delitto di mafia.

Valentino SUCATO iscritto all’Ordine dei giornalisti

Annunci

A BOLOGNETTA L’AUTO È DI CLASSE – EVENTO SABATO 11 AGOSTO

Valentino Sucato iscritto all’Ordine dei giornalisti di Sicilia

Organizzato dal Comune di Bolognetta, in stretta sinergia con il Club Auto e Moto d’Epoca Bolognetta, presieduto da Gianni Benanti e il Forum delle Associazioni, si svolgerà nella giornata di sabato 11 Agosto 2018, il 1° Concorso di Eleganza per Auto d’Epoca.

A far da degna cornice all’atteso evento motoristico che coinvolgerà tante prestigiose e rare auto d’epoca di interesse storico e collezionistico, l’incantevole location della centrale Piazza dei Caduti in Guerra, cuore pulsante del comune palermitano di Bolognetta, dove verrà allestita la passerella che accoglierà il transito delle vetture per essere poi giudicate dalla giuria tecnica e popolare.

Tuttavia l’evento entrerà nel vivo a partire dalle ore 15:00, quando i concorrenti potranno regolarizzare le iscrizioni, ritirare i numeri di Concorso e gustare un ottimo caffè di benvenuto, mentre, alle ore 16:00, scortate dalle Motostaffette le scintillanti “Signore” rombanti costruite dal 1929 al 1979, si ritroveranno in corteo per animare la sfilata lungo le vie di Bolognetta, dove immancabilmente si respirerà aria di altri tempi. La carovana vintage farà tappa presso il Baglio degli Ulivi, dove i concorrenti potranno effettuare la visita della location e consumare un particolare aperitivo e stuzzichini con preparati antichi offerto dalla casa.

Ad annunciare l’arrivo delle vetture in Via Lo Brutto e Via Castelbuono, dove sosteranno in esposizione dalle ore 17:45 e fino alle 18:00, saranno gli scarichi d’epoca che faranno udire suoni dal passato, specie a partire dalle ore 18:00, quando inizierà il momento clou dell’evento, ovvero, l’ingresso ed il transito delle vetture in concorso sulla passerella davanti i giudici ed i tantissimi appassionati e curiosi che con la loro presenza allieteranno una piacevole e calda sera d’estate tra i motori in quel di Bolognetta.

Infine, alle 20 si svolgerà la premiazione e foto ricordo a cura di Totò Curella, con consegna delle pergamene di partecipazione a tutti i concorrenti.

Le Iscrizioni si chiuderanno Venerdi 10 Agosto alle ore 23:00.

Info dettagliate evento:

Cell: 329 0956990 (Gianni).

Facebook: CLUB AUTO E MOTO D’EPOCA BOLOGNETTA

A BOLOGNETTA INIZIANO I LAVORI DI REALIZZAZIONE DELLA BANDA ULTRA LARGA

Avviati i lavori per la realizzazione della rete in fibra ottica per la banda Ultra Larga che prevedono l’utilizzo di infrastrutture già esistenti per il 70% mentre per il restante 30% verranno fatti nuovi scavi. Le operazioni saranno dirette dall’azienda aggiudicataria Open Fiber S.p.a di Roma e realizzati dalla Sirti. Il sindaco Gaetano Grassadonia spiega: “Il progetto ha un obiettivo ambizioso: a lavori conclusi, infatti, tutta l’area urbana del paese, compresa la sede della Protezione Civile e i locali della guardia medica, sarà cablata con una copertura di 1 Giga mentre per le abitazioni presenti nelle contrade periferiche, sarà garantita una copertura di 30 Mega. La aziende che abbiamo già informato, ne condividono positivamente la finalità e intravedono enormi benefici in termini costo-tempo ”. Un’opportunità, quindi, che favorirà le imprese medio-piccole più elastiche alla informatizzazione: “Avremo l’opportunità di pianificare con i nostri fornitori, servizi più efficaci e monitorare al meglio le nostre consegne nelle grandi piazze europee ed extraeuropee – ha detto Pino Lo Faso, patron della Pasticceria Delizia – in pratica saremo più competitivi”.

Si potrà assicurare all’intera comunità un servizio più veloce ed efficiente che modernizza l’intera rete locale: “Le dinamiche che produrrà questo progetto non vanno sottovalutate. – dice l’assessore ai rapporti coi cittadini, Giuseppe Lo Cascio – Alle aziende darà accesso a nuovi spazi come l’e-commerce e i servizi commerciali che si possono attuare attraverso le piattaforme di ultima generazione; agli studenti saranno accessibili nuovi metodi di studio e metodologie didattiche moderne, ivi compresi nuovi strumenti per studenti disabili. Le pubbliche amministrazioni avranno un’attività di problem-solving più efficace ed efficiente”. Bolognetta, Alimena e Cefalà Diana, sono i primi comuni della provincia ad avviare i lavori della banda Ultra Larga: “La nostra isola grazie a numerosi bandi finalizzati alla banda Ultra larga – ha detto l’ Ing. Giuseppe Di Fulco, della Open Fiber – è oggi la prima regione italiana per numero di superficie e per abitanti serviti. I lavori avranno inizio il 20 agosto prossimo e finiranno entro marzo del prossimo anno. Verranno posizionati 18.500 metri di fibra ottica nel solo territorio di Bolognetta e il costo ammonterà a 440 mila euro, raggiungeremo 2174 utenti cioè il 51.7 % della popolazione complessiva”. L’economia e il sistema Bolognetta ne potrebbero giovare a medio termine: “Se oggi la competitività ci porta verso margini sempre più ristretti di profitti e con fette di mercato sempre più sottili e lontani, questo investimento pubblico – dice Pino D’Amico titolare della ditta D’Amico Baby – lo trovo abbastanza importante. Bolognetta è un piccolo e potrà far parlare bene di sé per essere un luogo d’eccellenza nel campo dell’informatica, sono certo che tantissime micro-aziende locali non aspettano altro”.

Valentino Sucato iscritto all’Ordine dei giornalisti di Sicilia

OCCUPATI GLI APPARTAMENTI DESTINATI AI ROM DA SENZA-TETTO DI PALERMO

Una ventina di palermitani, hanno occupato stamattina gli appartamenti di via Emma che il Comune di Palermo ha destinato ai rom sfrattati dal campo nomadi della Favorita.

Gli appartamenti erano stati confiscati alla mafia.

Valentino Sucato iscritto all’Ordine dei giornalisti di Sicilia

ULTIMORA. PALERMO: RESIDENTI DI VIA EMMA IN STRADA

Il malumore che in queste ore si era manifestato sui social adesso da virtuale si sta trasformando in reale. Alcuni abitanti di via Felice Emma, a pochi passi da via Altofonte, a Palermo verso le 21:30 sono scesi in strada per dire no al trasferimento di alcune famiglie di zingari provenienti dal campo Rom della Favorita di Palermo dopo che la magistratura ha posto sotto sequestro il campo. Il primo contingente di 4 famiglie dovrebbe arrivare il 10 agosto.

I residenti non ci stanno e di oppongono all’ordinanza del Sindaco. E dopo i tam tam sui social hanno preso la decisione di protestare scendendo in piazza.

Valentino Sucato iscritto all’Ordine dei giornalisti di Sicilia

LA “DON CARLO MISILMERI”, NEL “GIRONE A” DEL CAMPIONATO DI PROMOZIONE 2018/19

Battezzati i gironi del Campionato di Promozione 2018/19 dove per il secondo anno consecutivo parteciperà la Don Carlo Misilmeri. I ragazzi di Giuseppe Tumminia, si ritroveranno in un girone che comprende società di 4 province: siciliane Palermo, Trapani, Agrigento e Caltanissetta. La Redazione di Sicilia Notizie si occuperà anche di sport dedicando uno spazio ad appassionati sportivi e tifosi.

Ecco l’elenco delle squadre che compongono il girone A:

Albatros Fair Play (Lercara Friddi – Pa)

Atletico Ribera (Ribera – Ag)

Balestrate (Balestrate –Pa)

Casteltermini (Casteltermini – Ag)

Cinque Torri T. (Trapani – Tp)

Don Bosco Partinico (Partinico –Pa)

Don Carlo Misilmeri (Misilmeri – Pa)

FC Gattopardo (Palma di Montechiaro – Ag)

Kamarat (Cammarata – Ag)

Libertas 2010 (Racalmuto – Ag)

Monreale (Monreale –Pa)

Oratorio S. Giorgio e San Ciro (Marineo – Pa)

Salemi 1930 (Salemi – Tp)

Vallelunga (Vallelunga – Cl)

Villabate (Villabate – Pa)

Vis Borgo Nuovo (Palermo – Pa)

 

Valentino Sucato

Iscritto all’Ordine dei Giornalisti di Sicilia

AGGRESSIONE PER ODIO RAZZIALE: ARRESTATO UN 29enne

mass oasi centro lingue

 

Si trova agli arresti dominciliari in quanto secondo gli inquirenti sarebbe responsabile dell’aggressione a un ragazzo 23enne originario delle isole Mauritius, avvenuta in un pub a Lercara Friddi in provincia di Palermo.

 

Giuseppe Cascino, di 29 anni quindi dovrà rispondere di aggressione per odio etnico e razziale.

I carabinieri della Compagnia di Lercara Friddi hanno dato esecuzione ad  un’ordinanza di applicazione della misura cautelare degli arresti domiciliari emessa dal gip Michele Guarnotta, del tribunale ordinario di Termini Imerese, su richiesta della locale Procura della Repubblica, che ha concordato con le risultanze emerse nel corso delle indagini condotte dai militari di Lercara Friddi, nei confronti di Cascino.

 

Per saperne di più: http://palermo.gds.it/2018/08/07/laggressione-a-un-giovane-di-colore-in-un-pub-di-lercara-friddi-un-arresto-odio-razziale_897124/