A BOLOGNETTA INIZIANO I LAVORI DI REALIZZAZIONE DELLA BANDA ULTRA LARGA

Avviati i lavori per la realizzazione della rete in fibra ottica per la banda Ultra Larga che prevedono l’utilizzo di infrastrutture già esistenti per il 70% mentre per il restante 30% verranno fatti nuovi scavi. Le operazioni saranno dirette dall’azienda aggiudicataria Open Fiber S.p.a di Roma e realizzati dalla Sirti. Il sindaco Gaetano Grassadonia spiega: “Il progetto ha un obiettivo ambizioso: a lavori conclusi, infatti, tutta l’area urbana del paese, compresa la sede della Protezione Civile e i locali della guardia medica, sarà cablata con una copertura di 1 Giga mentre per le abitazioni presenti nelle contrade periferiche, sarà garantita una copertura di 30 Mega. La aziende che abbiamo già informato, ne condividono positivamente la finalità e intravedono enormi benefici in termini costo-tempo ”. Un’opportunità, quindi, che favorirà le imprese medio-piccole più elastiche alla informatizzazione: “Avremo l’opportunità di pianificare con i nostri fornitori, servizi più efficaci e monitorare al meglio le nostre consegne nelle grandi piazze europee ed extraeuropee – ha detto Pino Lo Faso, patron della Pasticceria Delizia – in pratica saremo più competitivi”.

Si potrà assicurare all’intera comunità un servizio più veloce ed efficiente che modernizza l’intera rete locale: “Le dinamiche che produrrà questo progetto non vanno sottovalutate. – dice l’assessore ai rapporti coi cittadini, Giuseppe Lo Cascio – Alle aziende darà accesso a nuovi spazi come l’e-commerce e i servizi commerciali che si possono attuare attraverso le piattaforme di ultima generazione; agli studenti saranno accessibili nuovi metodi di studio e metodologie didattiche moderne, ivi compresi nuovi strumenti per studenti disabili. Le pubbliche amministrazioni avranno un’attività di problem-solving più efficace ed efficiente”. Bolognetta, Alimena e Cefalà Diana, sono i primi comuni della provincia ad avviare i lavori della banda Ultra Larga: “La nostra isola grazie a numerosi bandi finalizzati alla banda Ultra larga – ha detto l’ Ing. Giuseppe Di Fulco, della Open Fiber – è oggi la prima regione italiana per numero di superficie e per abitanti serviti. I lavori avranno inizio il 20 agosto prossimo e finiranno entro marzo del prossimo anno. Verranno posizionati 18.500 metri di fibra ottica nel solo territorio di Bolognetta e il costo ammonterà a 440 mila euro, raggiungeremo 2174 utenti cioè il 51.7 % della popolazione complessiva”. L’economia e il sistema Bolognetta ne potrebbero giovare a medio termine: “Se oggi la competitività ci porta verso margini sempre più ristretti di profitti e con fette di mercato sempre più sottili e lontani, questo investimento pubblico – dice Pino D’Amico titolare della ditta D’Amico Baby – lo trovo abbastanza importante. Bolognetta è un piccolo e potrà far parlare bene di sé per essere un luogo d’eccellenza nel campo dell’informatica, sono certo che tantissime micro-aziende locali non aspettano altro”.

Valentino Sucato iscritto all’Ordine dei giornalisti di Sicilia

LA “DON CARLO MISILMERI”, NEL “GIRONE A” DEL CAMPIONATO DI PROMOZIONE 2018/19

Battezzati i gironi del Campionato di Promozione 2018/19 dove per il secondo anno consecutivo parteciperà la Don Carlo Misilmeri. I ragazzi di Giuseppe Tumminia, si ritroveranno in un girone che comprende società di 4 province: siciliane Palermo, Trapani, Agrigento e Caltanissetta. La Redazione di Sicilia Notizie si occuperà anche di sport dedicando uno spazio ad appassionati sportivi e tifosi.

Ecco l’elenco delle squadre che compongono il girone A:

Albatros Fair Play (Lercara Friddi – Pa)

Atletico Ribera (Ribera – Ag)

Balestrate (Balestrate –Pa)

Casteltermini (Casteltermini – Ag)

Cinque Torri T. (Trapani – Tp)

Don Bosco Partinico (Partinico –Pa)

Don Carlo Misilmeri (Misilmeri – Pa)

FC Gattopardo (Palma di Montechiaro – Ag)

Kamarat (Cammarata – Ag)

Libertas 2010 (Racalmuto – Ag)

Monreale (Monreale –Pa)

Oratorio S. Giorgio e San Ciro (Marineo – Pa)

Salemi 1930 (Salemi – Tp)

Vallelunga (Vallelunga – Cl)

Villabate (Villabate – Pa)

Vis Borgo Nuovo (Palermo – Pa)

 

Valentino Sucato

Iscritto all’Ordine dei Giornalisti di Sicilia

EFFICIENTAMENTO ENERGETICO. INVESTIMENTI IN TRE SCUOLE

In tre scuole catanesi, due istituti Comprensivi il Giosuè Carducci e il Livio Tempesta, e il Circolo didattico Mario Rapisardi di via Aosta saranno effettuati interventi di efficientamento energetico.

L’importo complessivo dei lavori(*) ammonta a 2 milioni 485 mila euro. Gli interventi saranno particolarmente focalizzati all’applicazione di sistemi per la produzione di energia da fonti rinnovabili.

Valentino Sucato iscritto all’Ordine dei giornalisti di Sicilia

(*) finanziamenti del Programma Operativo della Regione Siciliana, Fondo Europeo per lo Sviluppo Regionale 2014/2020.

COMUNE DI MISILMERI. NOMINATO L’AVV. NINO CALECA.

Il Comune non perde tempo e parte al contrattacco. La bufera giudiziaria di queste ore che ha coinvolto 10 dipendenti comunali, non lascia spazio a pause e tentennamenti. E cosi’ arrivano le prime deliberazioni dell’amministrazione comunale  che mirano a tutelare il Comune stesso, tutti quei dipendenti che nulla hanno a che fare con questa brutta storia di illegalità e tutti i cittadini, che in queste ore, anche attraveso sui social, manifestano il loro disappunto e lo sdegno per quanto accaduto.

È di pochi minuti fa, infatti, un comunicato del primo cittadino, Rosalia Stadarelli, che attraverso i social evidenzia fermezza e inflessibilita. Eccolo:

“Con provvedimento del Sindaco è stato nominato l’Avvocato Nino Caleca del Foro di Palermo per tutelare il Comune nel procedimento che vede coinvolti i dipendenti Comunali di Misilmeri. La successiva nomina di parte civile avverrà nei tempi e nei modi previsti dal Codice di Procedura Penale.”

 

Valentino Sucato iscritto all’Ordine dei giornalisti di Sicilia

InShot_20180625_210157425.jpg

RIBERA (AG): IN STRUTTURE OSPEDALIERE, L’ALTERNANZA SCUOLA-LAVORO DELL’IPIA “F. CRISPI”

SAVE_20180428_211458.jpeg

 

In un momento particolare difficile per il mondo scolastico, emergono significativi esempi di efficienza grazie anche allo strumento dell’alternanza scuola-lavoro.

È il caso dell’Ipia Crispi di Ribera un istituto-faro nel territorio riberese con un’utenza proveniente da tanti comuni del territorio: Calamonaci, Burgio, Sciacca, Menfi, Cianciana, Porto Empedocle, Montallegro, etc…

L’articolo che pubblichiamo è stato inviato dalla docente dell’Ipia, Prof.ssa Maria Grazia Ragusa, tutor interno del progetto. 

Valentino Sucato (iscritto all’Ordine dei giornalisti di Sicilia)

 

Ecco l’articolo.

 

“Un’esperienza formativa ed educativa presso le unità operative ospedaliere.”

IMG-20180428-WA0022

SAVE_20180428_211603
Nel corso dell’anno scolastico 2017/2018 gli studenti delle classi 4B e 5B dell’Istituto Professionale Servizi per la Sanità e l’Assistenza Sociale dell’I.I.S.S “F. Crispi”, hanno avuto il privilegio di partecipare ad un percorso formativo ed educativo di Alternanza scuola-lavoro presso l’ospedale “Fratelli Parlapiano” di Ribera (ASP Agrigento). Gli alunni suddivisi a piccoli gruppi nei vari reparti coinvolti (Amministrazione-accettazione, Medicina-geriatria, Pronto soccorso, Patologia clinica, Chirurgia ambulatoriale) con una turnazione di n.3 giorni per reparto hanno collaborato con tutto il personale medico ed infermieristico delle varie unità operative ospedaliere, svolgendo attività di aiuto alle persone, soddisfando i bisogni di base, finalizzati al recupero, al mantenimento e allo sviluppo del livello di benessere, promuovendone l’autonomia e l’autodeterminazione. I docenti tutors interni referenti del progetto Prof.ssa Maria Grazia Ragusa  e Prof.ssa Manuela Vacante, i tutors aziendali dei vari reparti (caposala) con la collaborazione dei Docenti accompagnatori Prof. Vincenzo Militello, Prof.ssa Angela Musso, Prof. Piro Pietro, Prof.ssa Linda Russo, Prof.ssa Maria Antonina Scaglione, l’educatrice Angelica Leo Gallina hanno affiancato tutti i giorni gli studenti supportandoli in tutte le difficoltà ed incoraggiando le attività previste. Pertanto tale esperienza, quasi unica in Sicilia, ha permesso agli studenti di consolidare le conoscenze apprese a scuola e di entrare in contatto con il mondo lavorativo.SAVE_20180428_211841.jpeg

E’ emerso molto entusiasmo da parte degli alunni in un approccio che li ha visti, per la prima volta, protagonisti attivi di un percorso di ASL. Un ringraziamento va agli operatori sanitari dell’ospedale “Fratelli Parlapiano” di Ribera per avere offerto con dedizione, pazienza ed impegno parte del loro lavoro ai ragazzi, favorendone il processo di crescita e maturazione personale. Pertanto varie sono state le sensazioni e le emozioni percepite dagli alunni come riportate di seguito dalle loro parole. “Ero entusiasta perché volevo sentirmi una lavoratrice e non più una studentessa.” (Lino Alessia). “Ho sempre cercato di dare il meglio di me.” (Marturano Desirèe). “Non tutti hanno quest’opportunità, si è creato un bel rapporto con tutto il personale e non credo che sarà il lavoro che vorrò fare in futuro, ma di sicuro non dimenticherò mai questa bellissima esperienza.” (Fortino Federica, Sala Erika). “E’ stato triste vedere tanta sofferenza e solitudine perché molti ammalati avevano i propri cari lontani.” (Volpe Lucy). “Il lavoro di gruppo è fondamentale per il raggiungimento di ottimi risultati.” (Zambito Federica). “Quest’esperienza ha fatto uscire in me delle doti ed una forza, che fino a qualche tempo fa non credevo di avere.” (Sarullo Federica). “Ho imparato ad affrontare le emergenze improvvise. E’ stata anche un’esperienza piena di tensioni dovute alla paura di sbagliare qualcosa.” (Lombardo Michelangelo, Filippone Gianluigi). “In ospedale ho toccato con mano i problemi di tutti i giorni.” (Caruana Ivana). “Quello che conta di più è far sentire il paziente un po’ più a casa e non in un’ambiente ospedaliero.” (Campo Roberta). “Se ognuno di noi può essere d’aiuto nel far del bene all’altro, perché non farlo? Quest’esperienza mi è servita a superare alcuni momenti di difficoltà personale. (Sarullo Rossella). “Ho capito il senso del percorso dei miei studi e ho preso coraggio ad aiutare i pazienti.” (Gambino Roberto). “Ho trovato la forza che mi serviva.” (Cappello Norina). “Era proprio quello di cui avevo bisogno.” (Lauro Rosa). “Uno dei compiti più gratificanti è quello di confortare con semplici parole i pazienti impauriti prima di un intervento.” (Sacco Marylù). “Mi piace dare una mano, sono una persona empatica.” (Callea Agnese). “Quest’esperienza mi è stata di grande aiuto e mi servirà per il futuro.” (Di Leonardo Ilenia, Campanella Alessia). “Spero di lavorare un giorno con gli operatori della sanità” (Caternicchia Giusy). “La mia soddisfazione più grande è stata riuscire a far mangiare un po’ di più un’anziana-paziente.” (Miceli Veronica). “E’ stata un’esperienza ricca di stimoli e piena di valori.” (Terranova Aurora). “Al Pronto Soccorso, per alcune emergenze, siamo dovuti stare lontani dai pazienti, ma eravamo, comunque, disponibili per qualsiasi cosa”. (Palminteri Fabiana)

Gli studenti della 4BSS e 5SS e la Prof.ssa Ragusa Maria Grazia.

Video Rai

http://www.rai.it/dl/RaiTV/programmi/media/ContentItem-8d065ab8-2e28-4357-aa11-2b31a7ecfcf0.html#p=

 

SAVE_20180428_214550

Nella foto la professoressa Maria Grazia Ragusa dell’Ipia Crispi di Ribera